Entusiasmo per un evento che ha riunito a Firenze le eccellenze Made in Italy. E già si pensa all'edizione invernale..

"> Entusiasmo per un evento che ha riunito a Firenze le eccellenze Made in Italy. E già si pensa all'edizione invernale..

" />

Grande entusiasmo per la I edizione di Spazio Creativo

Si è chiusa con successo la prima edizione di SPAZIO CREATIVO (5 luglio 2018), un evento capace di trasformare la Sala della Scherma della Fortezza da Basso di Firenze in un vero e proprio laboratorio interdisciplinare. Dieci eccellenze Made in Italy del settore conciario, tessile e artigianale si sono incontrate per proporre insieme un nuovo modo di fare moda, design e arte.

Per due giorni, in un’atmosfera intima e rilassata, le aziende hanno dato vita a un vero e proprio hub creativo dove i visitatori hanno potuto toccare con mano la qualità delle loro lavorazioni. I protagonisti di Spazio creativo sono stati concerie come Italpel (pelle al vegetale), Louisiane (pelli di rettile ed esotiche), Martucci (pelli leggere e soffici) e San Lorenzo (pelle ovina di qualità); aziende come Aròmata (tessuti dalle tramature esclusive), Leta (accessori e componenti di qualità), e Piovese Fashion (personalizzazioni, etichette e applicazioni); laboratori come Duepax (specializzata in accoppiature), E.B. Termoadesivi (trapuntature, agugliature e ricami) e Lasermarc (lavorazioni a laser o a intaglio).

A organizzare Spazio Creativo ToniLab 25, conceria di Santa Croce sull'Arno specializzata in trattamenti e finissaggi su pelli al vegetale e Studio 44, che dal 2005 le due aziende dirigono insieme un laboratorio di sviluppo e produzione creativa per abbigliamento e pelletteria. Direttori creativi della manifestazione sono invece di Marco Marchetti, consulente di alcune delle più prestigiose case di moda internazionali e Alessandra Marchi, stilista che nell'esposizione Esperienze Materiche ha presentato dieci capi realizzati negli anni con le varie aziende presenti a Spazio Creativo.

“Abbiamo avuto una buona affluenza da parte di operatori del settore, uffici stile e agenti rappresentanti,” spiega soddisfatto Marchetti. “Ci hanno rilasciato molti feedback positivi,  per la location, l’allestimento e soprattutto per il nuovo concetto di ‘incontro creativo’. Questo è soprattutto quello che tutti i visitatori ci hanno fatto notare e di cui andiamo orgogliosi.”

E dopo il successo dell’edizione appena chiusa, già si progetta l’appuntamento invernale: “Stiamo organizzando nuove selezioni di aziende e partecipanti,” – dice Marchetti – “stiamo valutando l’ipotesi di ampliare la proposta per i visitatori con l’inserimento di nuove eccellenze italiane, mantenendo intatto lo spirito e l’atmosfera di questa prima edizione.”