Innovazione sostenibile: Jessica Jewels e Italfimet unite per la ricerca di nuovi bagni galvanici 4.0

Fare rete è la chiave di volta per crescere: è questa la filosofia della collaborazione nata tra Italfimet, azienda che progetta e realizza finiture galvaniche in metalli preziosi, e Jessica Jewels, esperta nella produzione di accessori e gioielli per l’Alta Moda. Le due aziende, insieme a O.B.I. Spa e il Dipartimento di Chimica dell'Università Degli Studi di Firenze, hanno creato un consorzio temporaneo d’impresa per dare vita al progetto GIGA 4.0 - Galvanica Intelligente per Gioielli e Accessori 4.0 - inserito all’interno del Programma Operativo Regionale FESR 2014 – 2020, che finanzia Progetti di ricerca e sviluppo delle MPMI.

«Quest’opportunità – racconta Diego Liberatori, socio di Italfimet - ci ha permesso di sviluppare 4 processi galvanici ecocompatibili che migliorano le prestazioni dei processi attualmente utilizzati: rame esente da cianuro, placcatura di oro chiaro esente da nichel, doratura esente da cianuro e bronzo esente da cianuro. Dal punto di vista dell’impiantistica abbiamo invece progettato un sistema intelligente 4.0 per la gestione e la tracciabilità dell’intero processo galvanico, anche da remoto, che consente di ottenere dati in tempo reale per ottimizzare la produzione».

«Il ruolo di Jessica Jewels – sostiene il titolare Marco Benedetti - è stato quello di testare in prima linea sia il sistema di produzione 4.0 che i nuovi bagni galvanici, favorendo l’ottimizzazione di entrambi. Per l’occasione abbiamo realizzato una collezione esclusiva di gioielli e accessori, all’avanguardia sia dal punto di vista strutturale che nel design, che verrà prodotta utilizzando le innovazioni messe a punto da Italfimet. È insieme che si cresce davvero e questo progetto ne è la prova».