Lusso e social network: l’audience è al femminile

È donna, ha meno di 35 anni e vive in una grande città. È questo l’identikit di chi, oggi, gioca un ruolo importante nella costruzione della reputazione dei grandi brand. È quanto emerge dall’indagine condotta nel periodo aprile-settembre e realizzata da Comin & Partners in collaborazione con KPI6 e in partnership con il Foglio della Moda. 

L’indagine, basata sul metodo del “web e social listening”, rileva il posizionamento online dei maggiori brand del fashion. «La reputazione rappresenta un asset strategico per le aziende - ha spiegato Gianluca Comin, fondatore e presidente di Comin & Partners -.

Analizzarne l'evoluzione è fondamentale per comprendere i propri pubblici di riferimento, in un contesto in continua evoluzione dove il posizionamento può diventare un fattore di vantaggio competitivo importante».

Secondo lo studio, il 60% delle interazioni nelle discussioni in rete arriva dal pubblico femminile.

Gli utenti più vivaci sono i Millennials (18-34 anni) che rappresentano il 70% delle persone coinvolte con un picco nella fascia 25-34 (circa il 40%).

Le città più vivaci sono invece Milano, Firenze e Roma.

I brand di cui si parla di più sul web?

Gucci, Armani, Louis Vuitton e Dolce&Gabbana